Dopo una fase di qualificazione giocata alla grande con otto vittorie in otto incontri ed un dominio incontrastato, i nostri under 14 si sono dovuti fermare, ad un passo dalla finale nazionale, nella fase di spareggio dell’area nord-est disputata sul pessimo campo di Bologna. Una eliminazione dolorosa anche frutto di una scelta superficiale e poco sportiva negli accoppiamenti di questa fase che però non offusca minimamente il bellissimo campionato condotto dai giovani di Luca e Mattia.

Under 14 maschile: peccato, potevamo farcela.

Dal punteggio finale (1-6) potrebbe sembrare che l’incontro con il CUS Padova non abbia avuto storia ma non è assolutamente così. Per tutto il primo tempo e gran parte della ripresa abbiamo giocato meglio dei padovani, abbiamo costruito gioco, non abbiamo buttato avanti la pallina confidando negli errori avversari. Un inesauribile Michele ha continuato a percorrere la fascia destra del campo proponendo situazioni pericolose; il nostro centrocampo, pur se leggerino nei confronti dei marcantoni del CUS, svolgeva ottime trame portando in continuazione il gioco nei pressi dell’area granata. Purtroppo, anche se occasioni ce ne sono state parecchie, è mancata la freddezza in area per tirare qualche forte ‘strisciata’; si è preferito entrare con la pallina incollata al bastone e provare ad entrare in porta dribblando tutti. Un altro aspetto assolutamente negativo è quello dei corti: tredici a favore (con un misero goal) che in pochissimi casi hanno visto il tiro immediato in porta; si preferiva sempre il dribbling, spesso portandosi la pallina sul rovescio, fino a consentire ai difensori di respingere. Al contrario il Padova ha avuto solo quattro corti realizzandone uno.

P1100270.JPG P1100274.JPG

Nonostante il goal subito a freddo, prendiamo subito le redini del gioco e pareggiamo con Andrea su corto (penso sia stato l’unico corto svolto come da manuale con stop, passaggio immediato e ‘strisciata’ imprendibile). Siamo sempre al limite dell’area avversaria ma non tiriamo in porta; invece i padovani entrano poche volte nella nostra area ma, anche approfittando di altrettanti errori, segnano tre reti. Si arriva così al fischio di metà incontro incredibilmente sotto di tre reti dopo aver giocato sicuramente meglio. La ripresa ha lo stesso andamento con i nostri che dimostrano un’ottima condizione atletica e continuano ad attaccare senza però riuscire a passare. Anzi sono i cussini che negli ultimi tre minuti segnano altre due reti per l’1-6 finale.

P1100281.JPG P1100283.JPG

Al termine molta amarezza ma tanti complimenti dallo sportivissimo allenatore padovano.

Il risultato dell’altra semifinale con l’8-1 del Merlara sul Bologna amareggia ancora di più perché, se questa fase avesse visto partecipare le sole vincenti dei tre gironi di qualificazione, sicuramente ora avremmo passato il turno vista la scarsa consistenza della compagine bolognese. Ribadiamo ancora una volta che tutti quelli che erano delegati a decidere, avrebbero potuto soppesare con più oculatezza e valutare meglio per evitare una soluzione decisamente poco sportiva.

Come detto una giornata storta non cancella assolutamente quanto di buono i nostri under 14 hanno fatto in questo campionato (ripetendo la grandissima stagione indoor). Sotto la guida di Luca e Mattia sono cresciuti tantissimo sia come collettivo che individualmente. Di quelle viste è sicuramente l’unicasquadra che cerca di applicare degli schemi, di costruire; i giocatori sanno muoversi nelle aree di competenza e proporsi negli spazi liberi. C’è anche da considerare che, a parte Matteo, tutti gli altri sono al di sotto del limite di categoria (1997) di uno, due e persino tre anni. Molti nostri giocatori sono ancora dei pesi leggeri se non leggerissimi e proprio nella partita col Padova si è notato un certo handicap nel confronto tra Isaia, Pietro, Francesco, … con gli avversari quasi tutti del ’97 ma soprattutto fisicamente esuberanti.

Per concludere un grande applauso ai giocatori ed ai tecnici per lo splendido campionato con la sicurezza che sapranno ripetersi agli stessi livelli anche nella prossima stagione.

Risultati : semifinali: HT Merlata-HT Bologna 8-1, CUS Padova-HC Riva 6-1; finale: HT Merlara-CUS Padova 6-4 (Merlara direttamente alla fase finale, CUS Padova allo spareggio).

Formazione: Diego Planchenstainer, Michele Matteotti, Dennis Alfieri, Matteo Pellegrini, Isaia Meneghelli, Andrea Travaglia, Pietro Meneghelli, Francesco Laganara, Ruben Prandi, Nicolò Bailoni.

P1100286.JPG P1100290.JPG

Pin It on Pinterest

Share This