Siamo appena a fine aprile e dobbiamo purtroppo constatare che la stagione agonistica sta volgendo al termine. Praticamente nella seconda fase del prato si gioca da metà marzo ai primi di maggio (40 giorni scarsi) mentre nella fase autunnale si è giocato dai primi di ottobre a metà novembre (40 giorni) per un totale di neanche tre mesi. E’ decisamente troppo poco se vogliamo che i nostri ragazzi si appassionino veramente all’hockey. Non ha alcun valore l’affermazione che così si fa perché da fine aprile in poi lo spazio è dedicato alle finali nazionali dei vari campionati; così solo pochissime squadre hanno una stagione sufficientemente lunga mentre la maggior parte gioca veramente poco. Penso sia necessario modificare questa impostazione per garantire a tutti un’attività soddisfacente.

Negli ultimi due weekend l’evento più importante è stata la finale zonale del campionato under 14 maschile; come l’anno scorso i ragazzi di Luca sono giunti terzi rimanendo esclusi dalla finale nazionale. Notevole è stata la vittoria ancora una volta con larghissimo margine delle ragazze della prima squadra con il S.Giorgio; anche la under 16 maschile ha chiuso il suo campionato seppellendo sotto una valanga di reti la squadra di Casale mentre l’under 18 ha vinto in trasferta a Reggio Emilia; la giovanissima under 14 ha perso nettamente con il C.U.S. Padova. Infine grandissimi gli under 8 dei nostri Centri classificatisi ai primi tre posti nella classifica del torneo di Mori.

Per sabato e domenica prossima è in programma la finale nazionale del campionato under 16 femminile che vedrà la presenza anche delle nostre favolose ragazze.

 In conclusione si parlerà anche di Lignano 2012.

Under 14 maschile: una squadra spenta lascia via libera a Bologna e Merlara.

Forse la causa è da ricercare nelle pochissime occasioni che hanno avuto quest’anno i nostri under 14 di gareggiare. Il girone partito con 5 squadre, si è poi ridotto a 4 per la solita rinuncia della squadra di Brescia; in effetti le squadre si sono poi rivelate solo tre perché l’H.Villafranca non si è mai visto. Così si sono disputate solo quattro partite da ottobre a metà aprile mentre negli altri gironi, più equilibrati, ogni squadra ne ha giocate otto, sempre poche ma almeno sufficienti per impostare il gioco e creare l’amalgama. Quanto detto è sicuramente una giustificazione valida ma da sola non è sufficiente per giudicare positiva la prova della squadra a Rovigo; è apparsa priva di mordente, di grinta, di voglia di combattere, di idee. Nessuno che prendeva iniziative, che si proponeva al compagno in possesso di pallina, che dettava il passaggio; tutti sembravano rifiutare le responsabilità e delegare ogni incombenza al Michele che ci ha dato dentro fino che ha potuto segnando anche tre reti.

Se il Merlara ci è effettivamente un attimino superiore, la mista Bologna-Grantorto era obiettivamente alla nostra portata anche perché gli avversari erano mediamente più giovani dei nostri. L’inizio dell’incontro con i ragazzi di Pietro Amorosini sembrava positivo: subito in vantaggio sempre col Michele, pareggio, ancora in vantaggio con Nicolò. Subito l’ulteriore pareggio, la squadra iniziava a sfaldarsi subendo le reti bolognesi quasi senza reagire fino al 3-7 finale.

Per la prima posizione di Area che dava diritto all’accesso diretto alla finale nazionale, il Bologna superava abbastanza sorprendentemente ai rigori il Merlara, dimostrando che con la voglia e la determinazione a volte si può battere anche un avversario sulla carta più forte.

Formazione: Diego Planchenstainer, Michele Matteotti, Isaia Meneghelli, Andrea Travaglia, Dennis Alfieri, Patrizio Mimiola, Nicolò Bailoni, Pietro Meneghelli, Mihail Velciu.

Risultati: Merlara-HC Riva 5-2, Bologna-HC Riva 7-3, Bologna-Merlara 6-5 (dtr)

Under 16 femminile: è giunto il grande momento.

Dopo un campionato condotto alla grande (piccolissimo neo solo l’ultima partita a Padova), la nostra under 16 femminile scenderà il prossimo weekend in campo a Rovigo alla ricerca di quello scudetto che già un paio di volte le è sfuggito di un nonnulla nei campionati indoor.

Si troveranno sul sintetico rodigino le squadre vincitrici dei 5 gironi di qualificazione, squadre che ormai ben conosciamo (a parte il Ferrini di Cagliari) soprattutto per averle incontrate nelle finali indoor.

Si comicerà sabato alle 13.30 con il S.Saba di Roma per proseguire alle 18.45 con il Valchisone. Alla domenica le partite con le isolane: alle 10.15 con il CUS Catania ed alle 14 con il Ferrini. Probabilmente questa fase finale sarà equilibrata come lo fu quella indoor di quest’inverno e le nostre grandi ragazze hanno tutte le capacità per puntare per lo meno al podio.

A2 femminile: anche con il S.Giorgio è necessario il pallottoliere.

Partita senza storia data la scarsa consistenza della squadra casalese. Nove reti nella porta avversaria ma potevano essere tranquillamente il doppio. Top scorer Laura R. con quattro realizzazioni mentre hanno segnato ciascuna un goal Tessa, Paola, Laura H. e la grandissima Betta.

Formazione: Gina Barion, Alba Chiara Baroni, Tessa Apollonio, Laura Risatti, Eithne Barion, Micky Busolli, Valeria Matteotti, Laura Hainzl, Betta Calzà, Paola Zanzi, Femke Jepkes.

Risultati: Riva-S.Giorgio 9-0, Fincantieri-CUS Padova 0-1, Grantorto-Cuscube 1-1.

Classifica: CUS Padova 28, HT Bologna 23, HC Riva 19, Cuscube BS 11, Fincantieri 8, S.Giorgio 6, Grantorto 4.

Under 16 maschile: 14 reti per chiudere un buonissimo campionato

Ultimo impegno di una stagione che ha visto la squadra allenata da Maurizio, Andrej (ed Alberto) crescere progressivamente trovando via via l’amalgama tra i ragazzi di Riva e quelli di Mori alla loro prima esperienza assieme. E proprio questo fattore ha probabilmente condizionato la possibilità di accedere alla finale nazionale quando all’andata i diretti avversari del CUS Padova riuscirono a passare a Mori per 4-2.

Nella partita con i casalesi hanno segnato 3 reti Alessandro e Matteo, 2 Lollo e Francesco, una Efrem, Giovanni e Giacomo.

Risultati: HC Riva-S.Giorgio 14-1, CUS Padova-Merlara 11-0.

Classifica: CUS Padova 18, Riva 12, HT Merlara 3, S.Giorgio  0.

Under 18 maschile: si chiude con una vittoria a Reggio Emilia.

Anche il campionato under 18 si è concluso con una bella vittoria in trasferta a Reggio Emilia. Nella classifica finale siamo giunti terzi alle spalle del CUS Padova e del S.Giorgio.

Risultati: Reggio Emilia-HC Riva 2-4, S.Giorgio-CUS Padova 1-1.

Classifica: CUS Padova 19, S.Giorgio 19, Riva 12, Reggio E. 3, Fincantieri -2.

Under 14 femminile: troppo piccole per contrastare il CUS Padova.

Come al solito abbiamo giocato senza portiere e con tante piccolissime in campo. L’esperto Padova non ha avuto difficoltà a infilare 13 reti nella nostra porta; Carlotta ha segnato la nostra unica (bellissima) rete.

Si conclude così anche questo campionato in cui non abbiamo brillato molto perché sono veramente poche le ragazze in età (1998, 1999 e 2000) per cui abbiamo sempre dovuto integrare l’organico con le piccole delle elementari. Ciononostante abbiamo ceduto solo alle padovane ma battuto agevolmente Galileo e Villafranca.

Formazione: Eleonora Vivaldelli, Aurora Baroni, Antonella Piazzolla, Alessandra Menegatti, Elena Kovacevic, Silvia Planchenstainer, Carlotta Travaglia, Maria Torbol, Arkela Kaci, Ilenia Alfieri.

Risultati: CUS Padova-HC Riva 1-13

Classifica: CUS Padova 12, HC Riva 12, HCF Villafranca 3, Galileo PD 0.

Promozionale: grandissimi under 8 nella terza tappa del circuito promozionale di Mori.

Si è svolta mercoledì scorso a Mori la terza tappa del circuito promozionale per under 8-10-12. Tantissime squadre, tantissime partite, bel gioco e divertimento per tutti.

Partiamo doverosamente dalla categoria under 8 dove le squadre dei nostri tre Centri (Riva, Tenno e Nago) hanno occupato tutti i tre gradini del podio. Grandissima soddisfazione per tutti ma particolarmente per i bambini di Nago alla loro prima vittoria in un torneo. Gli atleti di Micky ed Ele hanno battuto Riva, Bondeno ed Adige e perso con Tenno; Riva e Tenno sono giunte appaiate a 4 punti ma la squadra di Vale e Meme ha chiuso al secondo posto per la miglior differenza reti. La classifica del circuito vede ancora in testa Tenno che con 9 punti precede di 2 Riva, Nago e Bondeno. Nell’ultima tappa di Bondeno ci sarà dunque una bella lotta perché ancora tutte le 4 squadre hanno la possibilità di vincere la classifica finale anche se leggermente favorita è la squadra di Paolo e Lollo alla quale sarà sufficiente arrivare nelle prime due piazze.

Nel torneo under 10 avevamo 3 squadre, due di Riva ed una di Nago. Il Riva 1 ha un po’ deluso conquistando una quarta piazza che lo allontana dalla prima posizione nella classifica del circuito; due partite vinte (3-2 al Nago e 7-0 al Padova 2) e due sconfiite (0-4 in semifinale dal Bondeno e 0-4 nella finale per il 3° posto coll’Adige). Ora comanda il Bondeno con 18 punti seguito a 3 da Riva 1 ed Adige.  Anche per il Riva 2 due vittorie (3-1 al Rovigo e 4-0 al Nago) e due sconfitte (1-8 dall’Adige e 2-3 dal S.Giorgio nella finale per il 5° posto). Il Nago, con alcune assenze importanti, pur giocando bene ha subito 4 sconfitte (2-3 dal Riva 1, 1-5 dal Padova 1, 0-4 dal Riva 2 e 0-2 dal Rovigo).

Come detto, l’ultima tappa del circuito si disputerà a Bondeno domenica 27 maggio. Sarà l’ultimo appuntamento dell’anno sportivo dopo di che si andrà in vacanza fino al momento di ritrovarsi per la preparazione in vista del festival di Lignano.

Lignano 2012.

Si svolgerà anche quest’anno il Festival Nazionale Esordienti per le categorie under 8, under 10 ed under 12. Come consuetudine si terrà nel magnifico Centro turistico-sportivo della Ge.Tur. a Lignano Sabbiadoro. Oltre ai tornei per le categorie esordienti, sono quest’anno in programma tornei a 7 per le categorie under 14, under 16 ed under 18, sia femminili che maschili.

All’indirizzo http://lignanohockey.altervista.org si potranno trovare altre informazioni.

Pin It on Pinterest

Share This