Strada identica ai ragazzi e secondo turno superato di Coppa Italia per la nostra squadra femminile.
Non era per nulla scontato, ma la vittoria per 3 a 1 sulle bresciane del Cuscube, oltre a qualificarci, ci permetterà di confrontarci con due squadre di serie A1, l’HC Argentia di Cernusco (MI) e la Pol. Valverde di Catania.
Un onore e un primissimo assaggio del massimo livello italiano a cui aspiriamo e sogniamo.

Il secondo turno di Coppa Italia– Padova, 20/10/2019
Due partite e almeno un risultato utile per poter superare il secondo turno.
Non ci siamo riuscite nella prima partita con le padrone di casa del CUS Padova, ancora troppo forti in tutto rispetto a noi, soprattutto sotto l’aspetto fisico. Squadra, quella veneta, che da anni, va detto, si divide fra serie A2 e A1. Per noi, che abbiamo solo le giovanili, l’incontro è servito soprattutto per capire il livello da ambire.
Per questo, la batosta subita (0-10), rappresenta più un punto di partenza che di arrivo ed uno stimolo enorme per, un giorno, sfidare le ragazze di Padova (e non solo) ad armi pari.

Più equilibrata la sfida con le esperte ragazze di Brescia. Ne esce una bella partita, sempre in bilico ma che alla fine ci vede uscire vincitrici per 3 a 1 grazie ai due gol di super Mara e l’acuto di Carlotta.

Da sottolineare anche l’ampia rosa a Fer, arricchita dalle due amiche di Trieste, Annalisa e Njala e dalle tre “vecchiette” Laura, Eithne e Femke.

Superiamo quindi un altro turno di questa Coppa Italia che, fra maschi e femmine, ci ha permesso di dare ai nostri atleti un primo impatto “soft” con il mondo delle prime squadre.
Ma, soprattutto, ci ha dato l’opportunità di avere tre domeniche in più di hockey!

Le ragazze: Yasmine, Maria, Agnese, Gaia, Maddalena, Heidi, Carlotta, Giorgia, Camilla, Mara, Costanza, Annalisa, Njala, Laura, Eithne, Femke

Pin It on Pinterest

Share This