Coppa Italia femminile: altro turno superato

Coppa Italia femminile: altro turno superato

Strada identica ai ragazzi e secondo turno superato di Coppa Italia per la nostra squadra femminile.
Non era per nulla scontato, ma la vittoria per 3 a 1 sulle bresciane del Cuscube, oltre a qualificarci, ci permetterà di confrontarci con due squadre di serie A1, l’HC Argentia di Cernusco (MI) e la Pol. Valverde di Catania.
Un onore e un primissimo assaggio del massimo livello italiano a cui aspiriamo e sogniamo.

Il secondo turno di Coppa Italia– Padova, 20/10/2019
Due partite e almeno un risultato utile per poter superare il secondo turno.
Non ci siamo riuscite nella prima partita con le padrone di casa del CUS Padova, ancora troppo forti in tutto rispetto a noi, soprattutto sotto l’aspetto fisico. Squadra, quella veneta, che da anni, va detto, si divide fra serie A2 e A1. Per noi, che abbiamo solo le giovanili, l’incontro è servito soprattutto per capire il livello da ambire.
Per questo, la batosta subita (0-10), rappresenta più un punto di partenza che di arrivo ed uno stimolo enorme per, un giorno, sfidare le ragazze di Padova (e non solo) ad armi pari.

Più equilibrata la sfida con le esperte ragazze di Brescia. Ne esce una bella partita, sempre in bilico ma che alla fine ci vede uscire vincitrici per 3 a 1 grazie ai due gol di super Mara e l’acuto di Carlotta.

Da sottolineare anche l’ampia rosa a Fer, arricchita dalle due amiche di Trieste, Annalisa e Njala e dalle tre “vecchiette” Laura, Eithne e Femke.

Superiamo quindi un altro turno di questa Coppa Italia che, fra maschi e femmine, ci ha permesso di dare ai nostri atleti un primo impatto “soft” con il mondo delle prime squadre.
Ma, soprattutto, ci ha dato l’opportunità di avere tre domeniche in più di hockey!

Le ragazze: Yasmine, Maria, Agnese, Gaia, Maddalena, Heidi, Carlotta, Giorgia, Camilla, Mara, Costanza, Annalisa, Njala, Laura, Eithne, Femke

Una Coppa Italia con tanti super ritorni

Una Coppa Italia con tanti super ritorni

Terza domenica di fila di Coppa Italia, ma stavolta, oltre ai maschi, sono scese in campo anche le nostre ragazze per il Primo Round a Bologna.

Si ferma il cammino della nostra squadra maschile con l’orgoglio di essere arrivati fino al terzo turno. Continua invece il percorso delle ragazze grazie alla decisiva e roboante vittoria con l’HTF Bologna per 4 a 3.

Il Primo Turno delle ragazze
Cominciamo proprio con le ragazze che, come già successo per i maschi, si sono regalate un’altra domenica di hockey dopo aver conquistato la seconda posizione nel Primo Round di Coppa Italia nel triangolare di Bologna che, oltre alla nostra squadra, comprendeva anche le padrone di casa dell’HTF Bologna e la Città del Tricolore di Reggo Emilia.

Riva-Bologna: Fer studia la partita perfettamente e partiamo alla grande con i due bei gol di Carlotta, entrambi nel primo quarto e su azione individuale. Giochiamo bene, abbiamo tante occasioni, ma il primo tempo si conclude con il risultato di 2-1. Nel terzo quarto arriva il gol di Laura che sembra chiudere la gara. Invece, un po’ troppo rilassamento, l’inesperienza e i meriti delle nostre avversarie, hanno portato ad un incredibile pareggio. Ci risvegliamo nell’ultimo quarto e passiamo ancora e (stavolta) definitivamente in vantaggio grazie ad un corner corto guadagnato da Heidi e concretizzato da Gaia in mischia.

La vittoria di per sé stacca il pass per il turno successivo di Coppa Italia che avrà luogo il 20 ottobre a Padova. Ed è una bellissima notizia vista l’età delle nostre ragazze, ancora tutte sotto i 18 anni ma già proiettate verso, ne siamo certi, un grande futuro.

In campo per il Bologna erano presenti alcune amiche e avversarie storiche dell’Hockey Club Riva. Il revival è stato completato anche con le nostre tre più esperte giocatrici che sono scese in campo dopo parecchi anni ma che hanno lottato come delle guerriere: Eithne, Femke e Laura.

Riva-Città del Tricolore: al contrario della prima partita, qua le nostre ragazze non ci hanno regalato grandi emozioni complici la prestazione sicuramente superiore delle reggiane (partita dominata) ma anche forse della troppa tranquillità (il passaggio di turno era già stato conquistato) e del prevedibile crollo atletico.
Da sottolineare lo splendido gol della bandiera di Mara che ha salvato la nostra prestazione in campo e ha chiuso la gara sul 1 a 5.

Le nostre ragazze: Yasmine, Maria, Gaia, Agnese, Eithne, Giorgia, Maddalena, Heidi, Carlotta, Camilla, Mara, Femke, Laura

Si fermano al Terzo Turno i ragazzi
Ovviamente c’era da aspettarselo. Ma l’eliminazione dalla Coppa Italia, a Casale di Scodosia (PD), è arrivata comunque nei migliori dei modi: una partita bellissima con il Grantorto, persa 5 a 3, con un sacco di occasioni da ambo i lati e dove i padovani sono riusciti a sfruttare meglio le situazioni e le occasioni (fra cui due rigori).

Siamo sempre in svantaggio ma riusciamo sempre a farci sotto grazie ai gol di Saverio, Luca e Isacco. Ma non concretizziamo fino in fondo la mole di buon gioco che comunque riusciamo ad esprimere. Alla fine allungo decisivo dei nostri avversari e risultato finale che forse poteva essere migliore.

I ragazzi si sono comunque regalati tre domeniche in più di hockey: questa prima esperienza in Coppa Italia non può che essere positiva. Abbiamo lottato alla pari con squadre che bazzicano tra serie B e A2 da anni e quindi quest’ultima sconfitta lascia più luci che ombre sul proseguo della stagione dei nostri ragazzi, impegnati nei campionati Under 16, 18 e 21.

Tutti a lezione da Patrick: ufficialmente a Casale come giocatore, non potevamo aspettarci di meglio quando Patrick, sia nello spogliatoio prima della partita che fra un quarto e l’altro, ha impugnato lavagnetta e pennarello elargendo consigli tecnici e tattici con la sua solita bravura e chiarezza.
Per questo i ragazzi hanno apprezzato ancor di più la trasferta: conoscono molto bene Patrick e la sua storia (hockeistica) recente con il triplo ed esaltante salto dalla serie B alla serie A1 con l’UHC Adige.
Per l’Hockey Club Riva è un bellissimo ritorno, un valore aggiunto di cui andiamo orgogliosi per quanto ha dato all’hockey e per quanto, speriamo, continuerà a dare insieme ai nostri colori!

I nostri ragazzi: Giancarlo, Davide, Nicola, Saverio, Tiziano, Geremia, Isacco, Samuel, Cristian, Omar, Meo, Massimo, Manuel, Alessandro, Patrick, Luca

Coppa Italia maschile: altro turno superato

Coppa Italia maschile: altro turno superato

Quando le cose capitano senza averle preventivate, sono sempre le più belle!
Ecco perché giungere al terzo turno di Coppa Italia (il Round 2/B) rappresenta un traguardo che ci da soddisfazione ma anche tanta gioia!

E in più ci si è arrivati senza sconfitte (se non agli shoot-out nell’ultimo match con il Grantorto).
Vittoria per 4 a 1 contro il Cernusco nel primo Round, vittoria con il Rovigo per 2 a 1 (gol di Saverio e Luca) e pareggio con il Grantorto per 1 a 1 (gol di Cristian) domenica 8 settembre sul campo neutro di Villafranca.

Calcolando che la nostra squadra è tutta under 18, imbottita di molti 2005 e 2004, avevamo prospettato una “facile” uscita al primo turno.
Invece i ragazzi si sono regalati altre due partite, sempre con Grantorto e con il San Giorgio domenica 15 settembre a Casale di Scodosia.
E l’accesso al terzo turno se lo sono conquistato grazie anche ad un bel gioco, condito da tanti piccoli errori che perdoniamo facilmente dato che si tratta di inizio stagione e soprattutto perché per molti di loro il campo grande rappresenta una prima volta assoluta.

Visto che l’emozioni non finiscono mai, a Villafranca abbiamo avuto l’onore di poter schierare con noi l’ex portiere della nazionale italiana Damian Angiò. La sua esperienza e il suo carisma sono stati molto apprezzati dai ragazzi.
Siamo orgogliosi di vantare fra i nostri tesserati una così bella persona, in attesa che a Natale ritorni con la sua famiglia e dove potremo contare anche sui suoi figli, Agustina e Federico, per affrontare i campionati indoor.

La Formazione: Giancarlo, Saverio, Nicola, Davide, Tiziano, Geremia, Luca B., Cristian, Isacco, Omar, Meo, Damian, Elvis, Samuel, Luca R., Massimo, Manuel

Domenica 15 settembre
Sul sintetico di Casale di Scodosia, Round 2/B di Coppa Italia maschile
Ore 10  CSP San Giorgio – FH Cernusco
Ore 14 HC Riva – US Grantorto
Ore 16 Finale 1/2 posto (la prima classificata si qualificherà alla fase successiva)

Sempre domenica 15 settembre, scenderanno sul campo di Bologna anche le nostre ragazze, impegnate nel primo turno di Coppa Italia.
Anche in questo caso una prima assoluta per la nostra società. Ed anche in questo caso, come per i maschi, avremmo una squadra di sole under 18, per l’occasione “aiutate” da Laura, Eithne e Femke.
Affronteremo l’HTF Bologna e l’ASHP Città del Tricolore (Reggio Emilia) a partire dalle 13.

Si riparte alla grande, con tante novità

Si riparte alla grande, con tante novità

“Nessuna estate dura per sempre”. Eccoci quindi a cominciare un nuovo anno di hockey dopo quasi due mesi da quel meraviglioso week-end di fine giugno dove affrontavamo le ultime fatiche della scorsa stagione alle finali nazionali delle nostre due Under 16.

Sono ormai cinque anni che raggiungiamo almeno con una squadra le finali nazionali e, grazie ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze, prolunghiamo gli anni sportivi fino all’ultima data decisa dalla Federazione.
Questo ci costringe a non fermarci praticamente mai e a lavorare ogni estate per rendere la stagione successiva più entusiasmante, interessante, ricca di attività e, vorremmo, indimenticabile a tutti i nostri tesserati.

La stagione 2019/2020 sarà ricca di novità. Non le sveleremo in questo articolo perché il bello arriverà nelle prossime settimane. Ci limitiamo a dire che avremo tanti cambiamenti nella nostra squadra tecnica e che avremmo due squadre in più, le due Under 21 (maschile e femminile).

Il primo impegno per i più grandi, invece, sarà la Coppa Italia (la maschile impegnata già l’1 settembre a Cernusco sul Naviglio): una prima assoluta per la nostra società. Un inizio “soft” per un primo impatto con l’hockey dei “grandi”.
Sempre l’1 settembre saremo presenti, come ogni anno, alla Festa dello Sport di Arco. Nella piazza del Foro Boario sarà allestito il nostro campetto dove cercheremo di fa conoscere ed avvicinare all’hockey i ragazzi e le ragazze del nostro territorio.


Anche quest’anno l’Hockey Club Riva sarà promotore del circuito Promo, un impegno reso possibile grazie alla partecipazione di tante società del Nord-Est (e non solo) e che vedrà ancora i Mami & Papi darsi “battaglia” come stupendo accompagnamento alle domeniche dedicate ai più piccoli.

Vogliamo credere nell’hockey che cresce dalle categorie più giovani, fonte essenziale di continuità per i ragazzi e le ragazze più grandi.
Questi devono prendere forza e vigore dal numero che sta dietro di loro e cercare di essere da esempio: per loro, per la loro voglia di migliorare e per l’attaccamento dimostrato in questi anni, la nostra società ha deciso di fare importanti investimenti (ampliare lo staff tecnico) e di cercare nuove opportunità (tornei all’estero, amichevoli internazionali, etc.).

Con una stagione così lunga e così ricca di impegni, l’impegno del Direttivo è stato quello di “alleggerire” il lavoro dando ad ogni squadra un proprio Team Manager e quello di ampliare l’area tecnica offrendo così ad ogni squadra un preciso punto di riferimento.
Continuerà l’impegno a Limone dove troveremo per ennesima volta l’entusiasmo contagioso dei genitori e dei ragazzi.
Avremmo tante scuole e tante classi da incontrare e dove potremmo farci conoscere.



Anche quest’anno l’Hockey Club Riva sarà promotore del circuito Promo, un impegno reso possibile grazie alla partecipazione di tante società del Nord-Est (e non solo) e che vedrà ancora i Mami & Papi darsi “battaglia” come stupendo accompagnamento alle domeniche dedicate ai più piccoli.

Vogliamo credere nell’hockey che cresce dalle categorie più giovani, fonte essenziale di continuità per i ragazzi e le ragazze più grandi.
Questi devono prendere forza e vigore dal numero che sta dietro di loro e cercare di essere da esempio: per loro, per la loro voglia di migliorare e per l’attaccamento dimostrato in questi anni, la nostra società ha deciso di fare importanti investimenti (ampliare lo staff tecnico) e di cercare nuove opportunità (tornei all’estero, amichevoli internazionali, etc.).

Con una stagione così lunga e così ricca di impegni, l’impegno del Direttivo è stato quello di “alleggerire” il lavoro dando ad ogni squadra un proprio Team Manager e quello di ampliare il parco tecnici offrendo così ad ogni squadra un preciso punto di riferimento.
Continuerà l’impegno a Limone dove troveremo per ennesima volta l’entusiasmo contagioso dei genitori e dei ragazzi.
Avremmo tante scuole e tante classi da incontrare e dove potremmo farci conoscere.

Una stagione che si apre senza il nostro Toto: per lui, dopo un’estate di fatica con la Nazionale Italiana, una nuova avventura in Germania, in Bundesliga nelle fila dell’Hamburger Polo Club. Siamo così orgogliosi di lui che la tristezza per il suo addio si è tramutata subito in gioia per l’esperienza che sta vivendo e che speriamo, un giorno, porterà in riva al Garda per raccontarla e trasmetterla ai nostri atleti che, siamo sicuri, hanno nel suo esempio la voglia e la passione di giocare a hockey.


Forza Hockey Club Riva!

Tanto HC Riva al Contest delle Accademie

Tanto HC Riva al Contest delle Accademie

L’Hockey Club Riva sarà rappresentato da ben 10 atleti al Contest delle Accademie in programma a Roma dal 5 al 7 luglio 2019 dedicato ai ragazzi e alle ragazze under 18.

Su indicazioni dei tecnici della ANH Mario Steffenel (la rappresentativa del Nord Est), fra i sedici convocati fra maschile e femminile, ci saranno anche questi nostri portabandiera:

Nicola, Cristian, Isacco, Geremia, Saverio
Micaela, Maddalena, Gaia S., Maria, Carlotta


Inoltre, tecnico della selezione maschile sarà il nostro Andrea Travaglia che sosteniamo anche in questa sua nuova veste.

Facciamo i complimenti ai nostri ragazzi (e a tutta la rappresentativa della nostra area) e facciamo loro un grosso in bocca al lupo!

Le nostre Under 16 sono super!

Le nostre Under 16 sono super!

Si è conclusa nei migliori dei modi questa lunga stagione di hockey con l’obiettivo finali scudetto raggiunto sia dai ragazzi che dalle ragazze dell’under 16 e due ottimi piazzamenti.
Nello scorso weekend a Roma e Castello d’Agogna (Pavia), infatti, abbiamo portato a casa un terzo e un quinto posto in Italia!

Ora un po’ di meritata vacanza prima di ripartire per una nuova esaltante avventura consapevoli che il nostro risultato più grande è stato formare, dall’under 8 all’under 18, gruppi molto ampi sia nel settore maschile che in quello femminile.
Quasi in tutte le categorie abbiamo raggiunto le finali nazionali (sintomo comunque anche della bontà della qualità che proponiamo) e nel circuito promo siamo sempre la società che schiera il maggior numero di squadre.

Per questo salutiamo con gioia i due piazzamenti raggiunti dalle nostre under 16: non sarà il primo posto, che meritatamente hanno vinto altre squadre, ma poter contare su una quarantina fra ragazzi e ragazze (quasi tutti l’anno prossimo ancora in età per questa categoria), ci dà modo di essere felici solo per il semplice fatto di aver partecipato alla fase finale e di averci provato.

La finale delle ragazze
Un altro podio, la coppa della terza squadra più forte in Italia e la consapevolezza di aver lottato alla pari anche contro la fortissima Lorenzoni Bra che ci ha sconfitto di misura (3-4) nella semifinale e poi laureatasi campione d’Italia.

Il nostro è comunque un gruppo giovane, molto numeroso e quindi con ampi margini di crescita. Ma ancora una volta ci piace sottolineare l’entusiasmo e la bellezza nell’affrontare queste esperienze ed il modo sempre positivo in cui si reagisce a vittorie e sconfitte.

Nelle final-eight di Roma abbiamo disputato tre partite tiratissime finite tutte con un solo gol di scarto.
Partenza col botto con la vittoria per 3 a 2 contro la squadra di casa della Capitolina Roma.
Accesso alla semifinale contro le nostre rivali/amiche di sempre della Lorenzoni Bra: passiamo a condurre per 3 a 1 ma molliamo sul finale e veniamo sconfitte per 4 a 3 e la prospettiva, quindi, di giocarci la finalina per il terzo e quarto posto.
Altra partita al cardio palma e sofferta vittoria contro le toscane del CUS Pisa. Vittoria pe 3 a 2 e altro trofeo portato a Riva del Garda da questo gruppo straordinario.

Le ragazze: Yasmine, Maria, Agnese, Carlotta, Gaia S., Maddalena, Chiara, Micaela, Jazmin, Giorgia, Sara, Mara, Costanza, Camilla, Dea, Kasfia, Gaia O., Heidi
Allenatori: Fer, Toto
Team manager: Roberta, Franca

La finale dei ragazzi
Un quinto posto che ci sta forse un po’ stretto e un risultato che poteva premiarci di più se il regolamento fosse stato meno frettoloso e più oculato e che invece ha voluto metterci nella prima e decisiva partita per accedere alle semifinali contro i campioni in carica delle Tevere Roma (poi ancora meritatamente vincitrice del secondo scudetto di fila).
Eravamo sicuramente una delle teste di serie, nonché vice campioni in carica e vincitori indiscussi nel nostro girone di qualificazione. La sconfitta coi romani, però, ci ha fin da subito estromesso dalle prime quattro posizioni rilegandoci nella parte del tabellone dal quinto all’ottavo posto.

Per fortuna, come per le ragazze, possiamo contare su dei ragazzi fantastici e un gruppo davvero stupendo. La determinazione con cui hanno accettato la sconfitta e affrontato le due partite con CUS Pisa e Uras Cagliari, che ci hanno di fatto portato al quinto posto (massimo risultato ottenibile dopo la sconfitta con la Tevere), è da uomini veri e per questo l’Hockey Club Riva non può che ringraziarli e supportarli sempre di più verso la prossima stagione dove, è giusto ricordarlo, tutti (a parte Alessandro, Massimo e Hamza per raggiunti limiti d’età) potranno riprovarci e cercare di migliorare la classifica finale.

A Castello d’Agogna, come detto, partiamo male con la sconfitta con la Tevere Roma (1-7) ma ci rifacciamo nelle due partite conclusive, vincendo con il CUS Pisa (6-1) e L’Uras di Cagliari (5-4). Queste due ultimi impegni ci hanno dato la possibilità di ruotare tutti i ragazzi con più regolarità, dando modo ai più giovani e ai nuovi di prendere sempre più dimestichezza con questa categoria che, ne siamo sicuri, ci regalerà altre soddisfazioni.

I ragazzi: Giancarlo, Isacco, Davide, Samuel, Cristian, Alessandro C., Matteo, Alessandro D., Elvis, Pietro, Manuel, Massimo, Hamza, Pablo, Giovanni
Allenatore: Luca
Team Manager: Giancarlo, Maria

Pin It on Pinterest