Al di là di ogni aspettativa i nostri giovincelli hanno seriamente rischiato di diventare campioni italiani indoor. Qualche decisione arbitrale meno sfavorevole e qualche corto realizzato in più avrebbero potuto regalare alla nostra Società un titolo importantissimo al quale ad inizio stagione nessuno pensava neppur lontanamente.

Ed ora tocca alle coetanee mostrare la loro forza e la compattezza del gruppo per migliorare il quarto posto conquistato nel passato campionato.

Per domenica infine è in programma a Rovigo anche la terza tappa del circuito indoor under 14.

Under 16 maschile: siamo terzi in Italia !!!

Non trovo più aggettivi per elogiare in blocco questo splendido gruppo di ragazzi che con passione, umiltà e compattezza ha stupito persino tutti quelli che nella società li seguono con ammirazione, sfiorando di un niente un titolo nazionale di grandissima importanza. Quattro partite bellissime, giocate molto bene addirittura ad un livello tecnico migliore rispetto a tutte le altre squadre presenti. Mai in difficoltà contro nessun avversario e sempre in partita fino all’ultimo anche con Savona e Pisa che ci hanno preceduto in classifica. Ci è mancato qual cosina in fase di realizzazione e un po’ più di qual cosina nel fondamentale del corto. Non benissimo il corto difensivo con 25 fischiati (più di 6 a partita, un po’ troppi) e ben 8 subiti: praticamente uno su tre, decisamente troppi. Ancora peggio il corto offensivo: su 24 ottenuti la miseria di 4 realizzati: un 15% davvero troppo basso. A parte alcune decisioni arbitrali che ci hanno obiettivamente sfavorito, probabilmente la scarsa vena nella realizzazione dei corti ha impedito ai nostri ragazzi di concretizzare la loro, se pur piccola, superiorità tecnica.

squadra.JPG P1090993 rid.JPG

Tutti i ragazzi presenti a Bra hanno dato il massimo delle loro capacità agonistiche e tecniche e sono da lodare in blocco; un grande applauso anche a Maurizio ed Alberto che li hanno portati a queste finali carichi e consapevoli dei loro mezzi, guidandoli dalla panchina con grande maestria.

Queste finali si chiudono con due vittorie di prestigio e due sconfitte, 18 reti all’attivo (4 su corto) e 14 al passivo (8 su corto). Top-scorer Paolo con 7 reti, seguito da Ema e Matteo con 4, Lollo, Michele ed Alessandro ciascuno con una. Delle altre squadre solo il Pisa ha un’età media inferiore a quella della nostra e probabilmente l’anno prossimo sarà l’avversario da battere.

P1090974.JPG P1090981.JPG P1090953.JPG

Risultati: H.C. Riva-CUS Messina 9-3, H.C.Riva-CUS Pisa 3-4, H.C.Riva-Savona HC 3-5, HC Riva-HC Roma 3-2.

Classifica: Savona H.C. (campione d’Italia) punti 10, C.U.S. Pisa 7, H.C. Riva 6, H.C. Roma 4, C.U.S. Messina 1.

Formazione: Joshua Paoli, Paolo Busolli, Lorenzo Menotti, Alessandro Franzetti, Emanuele Vivaldelli, Matteo Pellegrini, Michele Matteotti, Isaia Meneghelli, Giacomo Peroni.

P1090990.JPG P1090994.JPG P1090982.JPG

Coppa Veneto Under 14: tappa di Rovigo.

Affollatissimo come sempre il torneo maschile under 14 di Rovigo, terza tappa della Coppa Veneto Indoor 2010-11. Insieme alla nostra squadra ci saranno CUS Padova, Castello Villafranca, US Grantorto, CSP S.Giorgio, HT Merlara, HC Rovigo, UHC Adige e HC Rovigo. Tre gironi di qualificazione (nel nostro HC Rovigo e CSP S.Giorgio) con le prime che accederanno al girone di finale. Nonostante le assenze bisognerebbe ottenere un buon risultato perché in base alla somma dei punti conquistati nei primi tre tornei (Bondeno, Mori e Rovigo), le squadre accederanno nell’evento finale di Padova 6 marzo ai vari gironi di merito. Attualmente la nostra squadra è in testa alla classifica a pari punti col CUS Padova ma inseguono minacciose HC Bondeno e HT Merlara.

Purtroppo non potremo partecipare con la squadra femminile perché molte delle sue componenti saranno contemporaneamente impegnate a Bra nella finale under 16.

Pin It on Pinterest

Share This