23 maggio : le ragazze della A2 chiudono in bellezza.

Per l’ultima di questo lungo ed impegnativo campionato di A2 le nostre ragazze erano attese a ripetersi a buoni livelli sul campo del Superba di Genova. La partita è stata ben giocata ed avrebbe anche potuto essere vinta, a dimostrazione che la classifica è bugiarda perchè la squadra, a parte qualche situazione occasionale, ha sempre lottato alla pari con tutte le avversarie e solo con un po’ più di fortuna avrebbe potuto giocarsi fino alla fine le prime posizioni.
Ora la cronaca della nostra inviata Anna al seguito della squadra.
Questa fine settimana, le nostre ragazze hanno deciso di partire un giorno prima e di passare una notte a Genova a causa del lungo viaggio che le aspettava. All’arrivo sono state accolte dai gentilissimi Willo, Medox e Fiorenzo, amici conosciuti ai vari tornei ai quali durante l’anno la nostra squadra partecipa. Dopo essere state accompagnate fino all’ostello, hanno cenato insieme in una ottima pizzeria vicina al campo.
La domenica, dopo aver passato la mattina in spiaggia, si è andati sul campo del Superba ove l’incontro era in programma per le 13. Una partita chiaramente influenzata dal grande caldo: 30 gradi che hanno intaccato le nostre giocatrici che hanno tardato ad entrare in partita. Tanto è che a metà del primo tempo il Riva perdeva già 2 a 0, con presagi per un risultato pesante a favore delle genovesi. Niente di più lontano dalla realtà. Si dice che meglio tardi che mai e, benché con quasi 20 minuti di ritardo, le nostre giocatrici sono entrate in partita. Vari recuperi della palla in mezzo al campo hanno creato pericoli nell’area della squadra locale ed in un’occasione si è guadagnato un corner corto. Tessa si è incaricata di trasformarlo in goal e di riaprire l’incontro. A partire da questo goal le occasioni si sono succedute in entrambe le aree. Le occasioni a beneficio delle genovesi non si sono concluse grazie ai due portieri, Ilaria e Valentina, che giorno per giorno continuano ad acquisire sicurezza e fiducia, qualità che contribuiscono a migliorarle ed a farle crescere come giocatrici. La stessa cosa succede alle altre giovanissime che dimostrano molta più sicurezza e tranquillità di partita in partita.
Nella seconda parte, le nostre ragazze sono entrate in campo già ben inserite nella partita, a differenza della prima parte, e questo ha fatto si che non subissero alcun altro goal. Anzi al contrario, Martina è riuscita a battere il portiere del Superba ed in questo modo, raggiungere il pareggio. Dato che le ragazze di Genova avevano ancora delle possibilità di salire alla serie A, hanno cercato di riportarsi in vantaggio, ma le nostre ragazze hanno disputato una buona seconda parte per quel che riguarda l’assetto tattico, lasciando alle avversarie soltanto la possibilità di togliersi dalla pressione esercitata dalla nostra squadra con palle lunghe verso le attaccanti. Ma niente. La partita è finita con il risultato di 2 a 2 che dimostra che nonostante queste due squadre siano separate da vari punti in classifica, in realtà la differenza non è poi così grande.

Formazione dell’H.C.Riva: Ilaria, Valentina, Anna, Paola, Alba Chiara, Emi, Theresa, Elisabetta, Laura, Martina, Valeria, Graziella, Mercedes, Michela.
Risultati: Superba-Riva 2-2, Leonidas-Butterfly 8-0, Bologna-Bondeno 4-0.
Classifica: Leonidas Bra 24, HT Bologna e Cuscube Brescia 23, Superba Genova 21, HC Riva 10, HC Bondeno 6, Butterfly Roma 3.

Per finire da parte di tutte le ragazze un grazie di cuore a Willo, Medox e Fiorenzo.
In un prossimo articolo il commento conclusivo a tutta la stagione della prima squadra femminile.

24 maggio : al Martesana il titolo nazionale under 14 femminile.

Nell’ultimo week-end si sono disputate vicino a Torino le finali del campionato femminile under 14. Ha vinto la squadra dell’Hockey Martesana che abbiamo purtroppo trovato nel nostro girone di qualificazione. Al secondo posto e unica squadra non strapazzata dalle ragazze di Cernusco sul Naviglio, il CUS Padova che, almeno a livello indoor, le nostre ragazze hanno sempre battuto. Si può quindi pensare che, se fossimo entrati nel girone del Veneto invece che in quello della Lombardia, probabilmente avremmo potuto arrivare noi in finale.

24 maggio : capitombolo casalingo dell’Adige nella A2 maschile.

Ultima partita casalinga dell’Adige di questo campionato in cui l’obiettivo di minima della salvezza è stato raggiunto abbastanza agevolmente, con già qualche settimana di anticipo. Avversari dei lagarini erano i siciliani del Valverde di Catania, giunti motivatissimi perchè ancora con qualche possibilità di agganciare la testa della classifica e quindi di passare alla massima divisione. Purtroppo invece in casa moriana numerose defezioni per infortunio hanno costretto ad inserire tanti giovanissimi che pure si sono battuti molto bene. La squadra di Catania è composta in maggioranza di atleti ben oltre le trenta primavere, dotati di buone capacità tecniche e di esperienza ma sicuramente abbordabili. Hanno però in formazione due atleti egiziani di buonissimo livello e questi hanno fatto la differenza.
Primo tempo a ritmi bassi per il primo vero caldo di questa pazza primavera; poche occasioni da rete, anzi solo quella che gli ospiti concretizzano al 20′. Subito all’inizio di ripresa c’è il raddoppio ma l’Adige reagisce e si presenta più volte nell’area avversaria; su una di queste iniziative si ha la bellissima rete dell’1-2 per opera del giovanissimo Mattia Stanga. A questo punto però i due giocatori egiziani decidono di dare la svolta alla partita e, trascurando compagni ed avversari, si lanciano in incontenibili discese solitarie portando lo scompiglio nell’area moriana e creando una lunga serie di occasioni sulle quali il bravo portiere di casa Marco Lutteri si esibisce in ottimi interventi pur dovendo capitolare altre due volte.
Si chiude così con una sconfitta per 1-4 questa partita di fine stagione che non modifica di molto la situazione di classifica, anche perchè il Bondeno, andando a vincere in trasferta, mantiene a distanza il Valverde garantendosi la promozione con un turno di anticipo. Nell’ultima partita l’Adige sarà di scena sabato prossimo a Mogliano.

Formazione UHC Adige: Lutteri, Gazzini, Capuzzo, Manfredi M., Manfredi A., Bellini, Manzana, Risatti, Jaroszeski, Zanon, Stanga, Conta, Guizzetti.
Risultati 8a di ritorno: Adige-Valverde 1-4, Potenza P.-Rovigo 2-2, Mogliano-Bondeno 1-3, Olimpia TSS-Fincantieri 2-1
Classifica: HC Bondeno 40, Pol.Valverde 34, CUS Padova 26, Fincantieri Monfalcone 22, UHC Adige 19, HC Rovigo e HC Mogliano 15, H.Potenza Picena 11, Olimpia Torre S.Susanna 10.

Pin It on Pinterest

Share This