Non ci eravamo completamente ripresi dall’impresa delle nostre Under 18, che ci hanno regalato il titolo di vicecampione d’Italia per la loro categoria, che ci ritroviamo sul gradino più alto del podio tricolore con le ragazze dell’Under 14 come campionesse d’Italia hockey indoor.

In una settimana abbiamo messo in bacheca due prestigiosi trofei, un sogno che è diventato realtà!

Un’impresa a dir poco eccezionale quella delle nostre ragazze: alle final-six di Limone (organizzazione affidata alla nostra società) non partivamo certo con i favori dei pronostici vista la presenza di squadre molto forti e ambiziose come la Lorenzoni Bra e la Moncalvese (Asti).

Ma alla fine la coppa delle migliori l’abbiamo alzata noi: CAMPIONESSE D’ITALIA HOCKEY INDOOR UNDER 14!

Una gioia sfrenata, costellata di emozioni contrastanti che ci hanno pervaso durante tutto il weekend, avete presente le montagne russe? Ecco, ci siamo sentiti nello stesso modo. La partita finale era iniziata nel peggiore dei modi, vedendoci soccombere per 4 a 1 durante il primo e parte del secondo tempo. Non si capisce poi cosa sia scattato dentro le nostre ragazze.

Orgoglio, rabbia, una sfrenata voglia di dimostrare al mondo di che pasta sono fatte.

Il risultato è stato un impressionante impeto d’orgoglio, che ci ha portato a recuperare ben 3 goal di svantaggio…

Da lì in poi complice l’adrenalina a mille e un piccolo “pensiero stupendo” di potercela fare a conquistare il tricolore, le nostre ragazze hanno neutralizzato ogni velleità di “rinvenire” delle avversarie, e, grazie anche alla nostra super portiere Yasmine (che si è meritata anche il premio individuale) vera saracinesca e fenomeno negli shoot out (i rigori dell’hockey), siamo riusciti a portare a casa il meritato TITOLO TRICOLORE, che porta nuovo lustro alla nostra società e alla città di Riva del Garda.

LA SQUADRA
I nostri due grandi allenatori Fernando, Simone con la collaborazione di Eithne, hanno deciso di portare (come prassi e consuetudine dell’Hockey Club Riva) alle finali Under 14 tutte le ragazze in età per questa categoria: ben 16 anche se in lista, ogni partita, potevano scendere in campo (fra titolari e panchina) 12 effettivi. Ogni partita, quindi, gli allenatori dovevano fare turnover: un arduo compito reso meno difficoltoso dalla magnifica disponibilità dimostrata da tutte le ragazze.
Il capitano Agnese, alla sua ultima stagione in questa categoria, e le “veterane” della squadra, Yasmine, Gaia, Giorgia, Dea e Costanza, hanno potuto contare su un gruppo di giovani promesse che, oltre ad aver ampliato la rosa, ha dato uno slancio decisivo, fin dagli allenamenti, alla conquista del titolo. Quindi un applauso a Micaela, Jazmin, Chiara, Sara B., Sara O., Lisa, Rachele, Vittoria, Kasfia e Perla. In aggiunta al nostro folto numero di ragazze di Riva, Arco, Torbole e Limone, un nuovo piacevole acquisto: infatti dall’Argentina è arrivata Agustina, figlia dell’ex portiere della Nazionale italiana Damian Angiò, decisa di affrontare la sola stagione indoor con i colori dell’Hockey Club Riva.

IL GIRONE DI QUALIFICAZIONE
Non era facile conoscere all’inizio la forza delle nostre sei avversarie. Tante squadre non le avevamo mai affrontate e quindi non conoscevamo realmente il nostro valore. Il girone A comprendeva noi, le padovane del Patavium e la Moncalvese (Asti). L’altro vedeva scendere in campo il Lorenzoni (Bra), il Pistoia e il CUS Torino.

Siamo quindi partiti un po’ col freno a mano tirato vincendo la prima partita 6 a 1 contro il Patavium dopo un primo tempo chiuso solamente sul 2 a 1. Partita complicata, come spesso capita all’esordio, ma primo impatto con le finali superato.

La seconda partita con la Moncalvese è stata un vero e proprio turbinio di emozioni. Piemontesi avanti 3 a 1, poi recuperate sul 4 a 4 e poi vincenti per 5 a 4 sulla nostra squadra. Di fatto questo risultato ci ha portato al secondo posto del girone ed in semifinale contro la prima dell’altro: la Lorenzoni di Bra che ha dominato il suo girone e che tutti davano come la più accreditata alla vittoria finale.

SEMIFINALE: HC RIVA – LORENZONI BRA 5-2 (DOPO SHOOT OUT)
Forse l’epilogo della partita non se lo aspettava nessuno sulle tribune del palazzetto di Limone. Per questo vogliamo cominciare dalla fine.
Tempi regolamentari finiti sul 2 a 2 dopo che siamo passati in doppio vantaggio (gol di Gaia e Agnese) e un estenuante forcing finale delle nostre avversarie, brave a rimontare e portare la partita agli shoot out. E qui, il nostro portierone ha cominciato a dimostrare il perché del suo premio individuale conquistato a fine manifestazione. Noi riusciamo a finalizzare tutti i primi tre tiri a nostra disposizione (su cinque) mentre le braidesi manco uno, tutti intercettati da Yasmine, poi sommersa dall’abbraccio di tutte le compagne.

La finale era quindi un affare tra l’Hockey Club Riva e la Moncalvese (vincitrice sul Pistoia nell’altra semifinale).

FINALE: HC RIVA – MONCALVESE 6-5 (DOPO SHOOT OUT)
Ancora una sfida con le fortissime ragazze di Moncalvo e ancora una partita sulla falsa riga della partita disputata nel girone di qualificazione: piemontesi in fuga (fino al 4 a 1) e super rimonta delle nostre ragazze fino al 4 a 4 finale. In cattedra la nostra capitana Agnese con ben tre reti e Agustina con il gol che ha scatenato la nostra rincorsa verso il pareggio. Ma è stata la partita del gruppo: tutte pronte a darsi forza per arrivare agli shoot out, obiettivo che a 10 minuti dal termine pareva un miraggio.
Questa volta i tiri di rigori sono stati più avvincenti con errori da entrambi i lati: alla fine l’abbiamo spuntata noi per due segnature a una.

E, giocando in casa, una festa per tutti: dai tanti genitori e parenti presenti ai curiosi giunti da Limone per tifare le loro due beniamine (Jazmin e Chiara), dai membri del direttivo e dello staff dell’Hockey Club Riva ma, soprattutto, a loro, le atlete campionesse d’Italia, vere protagoniste di un’impresa incredibile!

Una vittoria dedicata dalle ragazze alla nostra amica e capitana Albachiara Baroni e alla sua famiglia, presente sulle tribune. Campionesse anche fuori dal campo quando, durante la cerimonia di premiazione, hanno voluto insieme a loro la mamma di Albachiara, Loredana, ricevendo tutte insieme la medaglia d’oro.

Pin It on Pinterest

Share This