11 aprile : nella A2 femminile buona prova del Riva a Brescia.

Buonissima prova delle ragazze di Patrick impegnate a Brescia nella seconda giornata di ritorno con la capoclassifica Cuscube. Un primo tempo nettamente a favore del Riva chiuso in vantaggio per 2-1, una ripresa più sofferta con rete della sconfitta (2-3) venuta negli ultimi secondi (o addirittura probabilmente anche oltre). Un pareggio avrebbe sicuramente fotografato meglio l’incontro giocato alla pari e senza le incertezze ed amnesie mostrate la domenica precedente con il Leonidas. Le nostre ragazze avrebbero benissimo potuto vincere se per esempio allo scadere della prima frazione fosse entrata quella pallina che era indubbiamente più difficile buttare fuori che dentro la porta vuota; anche la rete del secondo pareggio bresciano è nata da una situazione sfortunata e poteva benissimo essere evitata. Comunque nessuna recriminazione ed anzi soddisfazione per la bella prestazione della squadra e soprattutto delle giovanissime, in particolar modo Valeria e Graziella. Veramente buonissima la prova a difesa della nostra porta sia di Ilaria che di Valentina.

20100416_1.jpg

L’incontro, temuto alla vigilia dato il valore delle avversarie, si apre con la nostra squadra messa benissimo in campo, che contrasta efficacemente il Cuscube costruendo tanti contrattacchi efficaci. Su uno di questi si ha la rete del vantaggio siglata da Martina su passaggio di Laura. Le padrone di casa premono alla ricerca del pareggio e conquistano una serie di angoli corti tutti ben respinti da Ilaria. Al 27′ giunge su azione il pareggio bresciano. Le nostre riprendono a macinare gioco e conquistano al 34′ un corto che Tessa insacca. Un minuto dopo Michela crossa dalla destra una magnifica pallina che Meme stoppa perfettamente davanti alla porta vuota: il successivo tiro però esce lambendo il palo.
Nella ripresa il Cuscube si sveglia e gioca meglio rispetto alla prima frazione raggiungendo il pareggio al 14′ con un po’ di fortuna: tiro non irresistibile dal limite che Valentina valuta fuori e lascia passare; la pallina però colpisce il palo e si ferma davanti alla porta sguarnita venendo facilmente sospinta in rete per il 2-2.
Negli ultimi 20 minuti la nostra difesa balla pericolosamente e concede troppe incursioni in dribbling all’interno della nostra area; sui rinvii poi non riesce assolutamente a liberare concedendo spesso la pallina alle avversarie. Ed in pieno recupero un altro sbandamento su un’incursione dalla destra porta al tiro un’attaccante bresciana ed alla rete del 2-3.
Peccato davvero tornare a casa senza punti in una partita giocata bene fino ad un certo punto e poi malamente lasciata. In ogni caso come detto la squadra si è mossa (quasi sempre) bene ed è migliorata nell’amalgama tra le ventenni e le tante teenagers.

Prossimo appuntamento per domenica 18.4 a Mori alle 15 con il Butterfly.

Formazione: Ilaria Buonaluce, Valentina Fia, Anna Gimeno, Alba Chiara Baroni, Emi Michelotti, Betta Calzà, Mercedes Lopez, Laura Risatti, Tessa Apollonio, Paola Zanzi, Martina Bombardelli, Valeria Matteotti, Graziella Volpi, Michela Busolli.
Risultati 2a ritorno: Cuscube Brescia-H.C.Riva 3-2, Butterfly-HC Bondeno 4-3, Leonidas-HC Superba 4-0.
Classifica: Cuscube 19, Leonidas 18, HT Bologna 14, HC Superba 13, HC Riva 6, HC Bondeno 5, Butterfly 3.

13 aprile : gli under 14 superano il Cuscube.

Per la penultima giornata del girone di qualificazione, i nostri under 14 hanno ospitato martedì 13.4 i coetanei del Cuscube. Doveva essere vittoria e vittoria è stata. Doveva essere vittoria perchè in caso contrario la qualificazione al turno successivo sarebbe già stata persa. Infatti prima dell’incontro il Riva aveva 8 punti contro i 10 del Villafranca che però deve giocare ancora proprio col Cuscube (oltreché con noi). Ora con la vittoria di martedì la nostra squadra passa a 11 e, in caso di vittoria nell’ultima giornata con i veneti, li scavalcherebbe e passerebbe alla finale di zona (passa solo la prima classificata del girone).
La partita con la squadra bresciana è risultata un buon test per gli allenatori Luca e Maurizio che hanno potuto far ruotare tutti i giocatori a disposizione concedendo ampi spazi ai più giovani. Sono scesi in campo (squadre da 8 giocatori) ben 14 atleti (più Joshua che ha giocato con il Brescia) ed hanno dovuto dare forfait solo Francesco e Patrizio. Il Cuscube si è rivelato un valido sparring partner perchè ha giocatori tutti al limite di età e quindi fisicamente prestanti oltrechè validi tecnicamente; peccato che fossero soltanto in sei (ed è per questo che Joshua ha giocato con loro).
Primo tempo equilibrato finito 2-2 con reti di Andrea e Simone. Nel secondo quarto segnano i babies Nicolò e Pietro e nel terzo ancora Simone e Nicolò. Nell’ultimo quarto Matteo chiude con una doppietta per l’ 8-2 finale.

Ora i nostri under 14 sono attesi all’impresa di superare nell’ultima partita, in programma a Villafranca giovedì 15.4 in notturna, i coetanei veronesi per aggiudicarsi la vittoria nel girone ed il diritto a partecipare il 25.4 alle finali del Triveneto.

Formazione: Diego Planchestainer e Ruben Prandi in porta, fuori Lorenzo Menotti, Alessandro Franzetti, Simone Mimiola, Matteo Pellegrini, Giacomo Peroni, Samuele Cavallaro, Isaia Meneghelli, Andrea Travaglia, Dennis Alfieri, Michele Matteotti, Pietro Meneghelli e Nicolò Bailoni.
Risultati 5a giornata: HC Riva – Cuscube 8-2, H.Villafranca-UHC Adige 5-4.
Classifica: HC Riva 11, H.Villafranca 10, UHC Adige 7, Cuscube -2.

15 aprile: agli under 14 non basta una grande partita per battere il Villafranca.

Grande prova della nostra under 14 maschile sul terreno del Villafranca nell’ultima partita del girone di qualificazione alla finale d’area. Nell’incontro chiave per il superamento del turno il Riva ha sicuramente offerto la miglior prestazione di questo campionato con un gioco veloce ed efficace, con una difesa insuperabile da cui partivano tantissime azioni sfruttando molto intelligentemente le fasce laterali, un gioco che fin dal primo minuto ha letteralmente schiacciato una buona squadra come il Villafranca nella sua metà campo se non nella sua area. Dato il volume di gioco prodotto e le innumerevoli occasioni da rete, un risultato con 6-7 reti a vantaggio dei nostri avrebbe ben fotografato la differenza di valori in campo. Purtroppo però non è andata così ed i nostri giovani atleti tornano a casa con un immeritato 1-1 che probabilmente preclude loro l’accesso alla fase successiva. Si dice probabilmente perchè alla fine del girone manca solo il recupero che opporrà sabato in trasferta il Villafranca al fanalino di coda Cuscube; in caso di probabile vittoria, i veronesi supereranno in classifica la nostra squadra.
Si parte ed è subito assalto alla porta veronese con infinite occasioni, pali, parate miracolose da parte del portiere avversario. Sembra ad ogni momento che la pallina debba entrare ma questo non succede anche perchè ai nostri manca un pò il coraggio di tirare appena dentro l’area; si cerca quasi sempre di entrare in dribbling e di scartare anche il portiere che, data la sua bravura, in una situazione del genere si esalta. Anche il secondo quarto rispecchia il primo. Finalmente ad inizio del terzo una grande discesa di Isaia sulla destra offre a Simone la palla dell’1-0. I nostri ragazzi nonostante il vantaggio continuano a premere creando ancora altre incredibili occasioni ma sperperando con costanza. E al 6′ della quarta frazione c’è la frittata: in una delle rare volte in cui il Villafranca riesce ad entrare nella nostra area, si procura un corto che Matteo Franzoia, il gemello del portierone Davide, insacca dopo aver fatto slalom tra i nostri difensori. E’ una situazione incredibile perchè il pareggio premia oltre misura una squadra che non ha potuto fare altro che difendersi per un’ora. Ma è anche questo il bello dello sport dove anche ai meno forti a volte riesce di vincere.
Mancano quasi 10 minuti ed i nostri non si demoralizzano e si ributtano in avanti alla ricerca del vantaggio che però non arriva. Il fischio finale di Mattia sancisce la probabile vittoria nel girone del Villafranca.

Ripetiamo, una bellissima prestazione di cui i ragazzi e gli allenatori devono andare orgogliosi. Teniamo anche conto che la gran parte dei componenti la rosa è nettamente al di sotto dei limiti di età previsti per la categoria (1996) per cui si prospetta per loro, se continueranno ad applicarsi con assiduità, un brillante futuro (hockeystico).

Formazione: Joshua Paoli, Diego Planchestainer, Lorenzo Menotti, Alessandro Franzetti, Simone Mimiola, Matteo Pellegrini, Giacomo Peroni, Isaia Meneghelli, Michele Matteotti.
Risultati 6a giornata: H.Villafranca – HC Riva 1-1.
Classifica: HC Riva 12, H.Villafranca 11, UHC Adige 7, Cuscube -2.

Pin It on Pinterest

Share This