Under 12 - 1.jpg

Ancora una volta siamo stati vicinissimi al titolo under 12 proprio come l’anno scorso, anche se sono cambiati molti protagonisti. I ragazzi di Simone sono stati bravissimi ed hanno conquistato un grandissimo quarto posto anche se molto probabilmente meritavano di più. Nel gran caldo di Genova (non è il caso di pensare di scegliere per questi piccoli atleti una data meno a rischio insolazione?) c’era una squadra predestinata (l’H.C. Bra) per titoli e per obiettive capacità. Basti pensare ai suoi risultati (13-0 al Campagnano, 15-3 all’Amsicora e 10-3 in finale al Genova) per avere un’idea del livello dei gialloneri piemontesi. Eppure nello scontro diretto valevole per l’accesso alla finalissima i nostri ragazzi hanno giocato assolutamente alla pari mantenendo l’esito dell’incontro in equilibrio fino all’ultimo e soccombendo alla fine solo per 5-7 (anche con qualche rammarico per un paio di corti non concessi). Leggiamo la cronaca del nostro inviato.

Con la final-eight del campionato under 12 maschile svoltosi a Genova lo scorso weekend, si è conclusa la lunga stagione dell’Hockey Club Riva. Una stagione che ha visto le squadre giovanili della società trentina due volte sul gradino più alto del podio, una volta sul secondo e due volte nei piazzamenti d’onore. Un’annata dove la società, fra maschi e femmine, è stata tra le più presenti nelle fasi finali dei campionati giovanili. Un successo vista la concorrenza proveniente da città ben più blasonate e di maggiore tradizione hockeistica (Roma, Genova, Cagliari, Torino, etc).

Ultimo successo il quarto posto ottenuto dai ragazzi dell’Under 12 lo scorso weekend nelle finali nazionali disputate a Genova. Una delle squadre più giovani presenti frutto del mix di giovani hockeisti di Riva e di ragazzi provenienti dalla scuola hockey che la società ha aperto, con grandissimi risultati, a Limone. Il tutto orchestrato dall’allenatore Simone Micheletti, alla prima esperienza in una grande occasione, e da un team di accompagnatori che nella tre giorni genovese non ha proprio fatto mancare nulla ai propri atleti (visita all’acquario, mare e organizzazione impeccabile).

Il torneo di finale prevedeva un girone a quattro squadre dove i nostri ragazzi si sono piazzati al secondo posto dopo aver vinto 7 a 2 contro l’Amsicora di Cagliari e 9 a 8 in una tiratissima partita contro il Campagnano di Roma. Purtroppo la sconfitta con il fortissimo Bra (poi campione d’Italia) ha costretto la squadra dell’Hockey Club Riva a disputare la finale per il terzo quarto posto contro un’altra squadra molto forte, la Butterfly di Roma. Una partita spettacolare, forse la più bella del torneo, che ha visto i romani vincenti solo all’ultimo minuto per 7 a 6.

Una sconfitta che ha portato si delusione ma anche tanti presupposti positivi da dove la società potrà cominciare il prossimo anno per provare a migliorare il piazzamento di quest’anno: innanzitutto la squadra trentina era tra le più giovani presenti alle finali ed inoltre era la prima volta che i ragazzi di Riva e Limone affrontavano insieme un campionato nazionale. L’anno prossimo entreranno anche altri ragazzi provenienti dalle categorie più piccole a portare nuove forze. Tutto quindi porta ad essere fiduciosi e certi in un futuro fatto di ulteriori successi.

Per concludere una menzione speciale al Capitano della squadra, Matteo Frizzi, vero trascinatore e premiato anche con la coppa di capocannoniere: 22 gol in quattro partite.

Ecco i ragazzi che hanno partecipato alla finale di Genova: Elvis Micheletti, Pietro Zecchini, Pablo Beretta, Manuel Pandolfina, Mirko Usardi, Matteo Frizzi, Giovanni Apicella, Federico Cornella, Francesco Vela.

IMG-20170619-WA0010.jpgIMG-20170619-WA0000.jpg

Under 12 - 2.jpg

Pin It on Pinterest

Share This