Grandissimo weekend vissuto a Limone con le nostre due squadre under 16 impegnate per la prima volta nelle finali che assegnavano il titolo. Le ragazze sono sulla vetta, i ragazzi vicinissimi. E’ una vittoria per tutti, femmine e maschi, per il nostro Club, per le tante persone che con grande passione contribuiscono a sostenere un titanico sforzo con il fine primario di aiutare i nostri atleti a crescere (e non solo nell’hockey), a gioire di far parte di un gruppo, a star bene insieme a tanti coetanei che vivono la stessa passione in altre località in Italia ed in Europa, a divertirsi.

Le ragazze hanno vinto superando abbastanza nettamente squadre di grande tradizione: Lorenzoni Bra, C.U.S. Torino e H.C. Savona. Da ricordare anche che probabilmente lo sforzo maggiore era stato da loro fatto in qualificazione quando avevano superato le campionesse uscenti (CUS Pisa) e le terze classificate del 2017 (Città del Tricolore).

Sullo stesso livello è da considerare la prestazione dei maschi, pur giunti terzi alle spalle di H.C. Bra e Butterfly Roma. Qui la concorrenza è molto maggiore e tante sono le squadre di ottimo livello che ambivano alle finali. Esserci arrivati è già stato un risultato grandissimo, aver conquistato il terzo gradino del podio una ciliegina in più.

Lasciamo la cronaca ed i commenti all’articolo di Luca comparso su Adige e Il Trentino e nel sito on-line del Comune di Riva. Qua vogliamo solo ricordare gli incredibili successi che le nostre squadre hanno ottenuto in questi ultimi tre anni, successi che ci pongono ai vertici dell’hockey giovanile nazionale. Nel 2015/16 le under 14 vinsero nell’indoor e giunsero seconde nell’outdoor; gli under 12 giunsero secondi nell’outdoor e gli under 14 quinti nell’indoor. Nel 2016/17 altri due titoli con le under 14 nell’outdoor (seconde nell’indoor) e con gli under 14 nell’indoor (quinti nell’outdoor); gli under 12 ottennero il quarto posto nell’outdoor. Nel presente anno sportivo abbiamo già conquistato quattro finali indoor (una invero solo al 99%) e due finali outdoor con le under 14 ma devono ancora scendere in campo le under 16 e le under 12 dalle quali ci attendiamo grandi cose.

Vogliamo anche ricordare che gran parte delle ragazze e dei ragazzi che fan parte di queste under 16 hanno iniziato più o meno insieme nelle prime classi delle elementari ed hanno portato aventi la loro passione con costanza e determinazione dai lontani 2009, 2010 e 2011.

Infine due parole sulle due giornate di Limone. Come sempre è andato tutto benissimo, anzi in maniera spettacolare ed abbiamo ricevuto complimenti da parte della Federazione e di tutte le squadre presenti. Oltre a chi ci ha aiutato per l’occasione (Comune di Limone, Consorzio Turistico di Limone, signor Mario Usardi), un grazie riconoscente a tutti i volontari che si sono prodigati in questa due giorni bellissima e ricca di soddisfazioni.

 

 

 

 

 

 

Ecco l’articolo di Luca.

Un week-end perfetto quello che ha vissuto l’Hockey Club Riva! L’onore di ospitare le finali nazionali under 16 maschili e femminili indoor, un primo ed un terzo posto in Italia ed un’atleta votata come miglior giocatrice di tutta la competizione. Tante emozioni che saranno difficili da dimenticare e che rappresentano la passione di tutti i tesserati ma anche dei tanti amici sempre pronti ad aiutare e a tifare.

Il 3 e il 4 febbraio si sono svolte nel meraviglioso palazzetto dello sport di Limone sul Garda le final-four nazionali under 16 maschili e femminili, organizzate dall’Hockey Club Riva. Le otto squadre più forti di categoria in Italia hanno dato vita a due giorni di hockey molto intenso e tecnicamente molto interessante con ragazzi e ragazze dal sicuro avvenire (alcuni potranno sicuramente ambire a future convocazioni in Nazionale). La società rivana ha addirittura schierato una squadra maschile ed una femminile, dimostrando di avere un settore giovanile sempre competitivo ai massimi livelli e dando seguito alle finali conquistate gli scorsi anni con le varie under 12 e under 14. Una crescita in continuo aumento frutto della sapiente guida tecnica di allenatori di primissimo livello (Fernando Redini, Juan Antonio Munafò e Simone Micheletti) ma anche di tantissime persone che sostengono assiduamente il grandissimo lavoro della società.

Per tutti i ragazzi di Riva si trattava comunque della prima finale under 16 e l’impatto con queste finali non è stato dei più semplici. Tanta emozione e un po’ di “paura” di steccare hanno fatto si che le prime partite con i coetanei di Savona siano state le più complicate. Vittoria per 4 a 3 delle ragazze e pareggio 5 a 5 per i ragazzi, artefici comunque di un’impresa visto che fino a 7 minuti dalla fine perdevano 5 a 1.

Superato lo scoglio emotivo il torneo per le ragazze si è rivelato abbastanza agevole fino alla finale (vittoria con il Lorenzoni Bra per 5 a 1 e vittoria col CUS Torino per 8 a 5). Altro discorso per i ragazzi: per loro un applauso per aver giocato alla pari contro tutti e lottato in ogni occasione, nonostante le altre squadre fossero più abituate a questi palcoscenici e sicuramente fisicamente più preparate (sconfitte 7 a 3 con il Butterfly di Roma e 4 a 2 con il Bra, laureatosi poi campione).

Si arriva quindi all’atto conclusivo della manifestazione con il Riva che lotta per il terzo e quarto con i ragazzi e per il primo e secondo posto con le ragazze. Anche qua due partite al cardio palma. Vittoria 4 a 3 per la squadra maschile contro il Savona e terzo posto conquistato dopo essere stati sotto per 3 a 1: una rimonta che ha dimostrato per ennesima volta la grandissima volontà e spirito di squadra. Il risultato è comunque di assoluto livello e vale comunque come una vittoria, prova ne è stata la sentitissima esultanza finale.

Partita tiratissima anche la finale delle ragazze. Partita bloccata sullo 0 a 0 fino a tre minuti dalla fine quando un gol di Maria Torbol (poi votata come migliore giocatrice di tutta la rassegna) ha suggellato il cammino netto delle ragazze (quattro partite vinte su quattro incontri) e titolo di CAMPIONESSE D’ITALIA! Un grandissimo risultato maturato da un gruppo di ragazze che non smette mai di stupire e che dimostra ancora una volta quanto il gruppo, l’amicizia e la dedizione possano portare a traguardi così importanti. Un gruppo di ragazze che ha saputo anche commuovere quando, al momento della consegna della coppa, hanno deciso di invitare a ritirare il premio la mamma di Alba Chiara Baroni, storica capitana dell’Hockey Club Riva, anche lei vincitrice di un campionato italiano giovanile e che continua a restare con il suo sorriso contagioso nei cuori e nei ricordi di tutti gli hockeisti della nostra città (e non solo).

Le campionesse d’Italia: Maria Ionescu, Jasmine El Bakali, Ilenia Alfieri, Maria Torbol, Heidi Micheletti, Carlotta Travaglia, Maddalena Frisinghelli, Agnese Corrent, Gaia Stoppini, Giorgia Stoppini, Dea Kaci, Arkela Kaci, Gaia Orlandini, Marianna Caprio

I ragazzi terzi in Italia: Giancarlo Zanelli, Nicola Prandi, Saverio Torbol, Geremia Meneghelli, Omar Omezzolli, Tiziano Matteotti, Isacco Galli, Cristian Frizzi, Matteo Frizzi, Alessandro Cornella, Luca Berto, Davide Malcotti, Samuel Meneghelli, Dylan Nesta, Matteo Trupia.

 

Pin It on Pinterest

Share This